La Regione revoca il funzionamento della Rssa San Giuseppe di Canosa. La società avrà 10 giorni per presentare controdeduzioni.

La Procura di Trani ha aperto l’indagine per far chiarezza sulle eventuali responsabilità del focolaio sviluppatosi all’interno della Rssa San Giuseppe di Canosa. Intanto la Regione ha revocato l’autorizzazione al funzionamento e dunque la conseguente chiusura attribuendo alla gestione della casa di risposo gravi e reiterate inadempienze che avrebbero messo a repentaglio la salute di ospiti ed operatori. Circa un mese fa la struttura era stata svuotata e gli anziani trasferiti nei presidi ospedalieri di Canosa, Barletta e Bisceglie, dopo che la Asl aveva rilevato l’impossibilità di garantire agli ospiti la dovuta assistenza sociosanitaria. Da oggi la società “community care” avrà dieci giorni di tempo per presentare le proprie controdeduzioni.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...