Canosa. Rendiconto delle attività svolte dalla Polizia Locale.

sindaco
Nella foto, al centro: il sindaco Roberto Morra e il Comandante della Polizia Locale, Francesco Capogna.

Il Corpo di Polizia Locale di Canosa in ricorrenza della festa del Santo Patrono Sebastiano ha inviato al sindaco il rendiconto delle attività svolte in quest’ultimo anno.

Dal suo canto il primo cittadino soddisfatto dei risultati ottenuti ha ringraziato tutti “gli agenti, i sottufficiali, gli ufficiali, il personale amministrativo “. “Ricordo – ha scritto Roberto Morra –  che nel 2018 è avvenuto il trasferimento del Comando della Polizia Locale nel centrale palazzo che ospitava gli uffici dell’ex Tribunale al fine di rendere più diretto il contatto fra la cittadinanza e il Corpo.“.

Di seguito si riportano le attività svolte dal Corpo di Polizia Locale.

Con il provento delle sanzioni elevate dalla Polizia Locale sono stati ripristinati alcuni sistemi di sicurezza:

il sistema di video sorveglianza, che ha contribuito in maniera determinante a risolvere positivamente numerose indagini della Polizia di Stato e Carabinieri,
l’impianto dei “Pilomat”, e a breve verranno sostituite tutte le lanterne semaforiche.

In materia di sicurezza urbana e sicurezza stradale la polizia locale ha potenziato i controlli realizzando un articolato progetto di controllo del territorio.

Le attività si sono svolte durante le festività natalizie, dal 5 dicembre 2018 al 6 gennaio 2019, per un totale di 450 ore, nelle quali sono stati sottoposti a controllo ben 319 veicoli. I controlli, in particolare, hanno riguardato la regolarità dei contratti assicurativi, della revisione e patente di guida.

Simmetricamente, con dispositivi di controllo tecnologici, i nuclei specialistici della polizia locale hanno eseguito altri accertamenti a campione su un numero di 172 veicoli. Sono state garantite attività di presidio fisico dei luoghi pubblici di maggior attrazione sociale, come parchi, piazze e villa comunale.

Tra gli altri, piace ricordare la presenza degli uomini della polizia locale anche nella notte del 31 dicembre, nella piazza Martiri del XXIII Maggio, durante il concerto di Capodanno.

Di particolare spessore, poi, è stata l’attività di censimento delle abitazioni in zona Castello, nel cuore del centro storico canosino, per la verifica della regolarità dei contratti di affitto e della titolarità all’occupazione degli immobili oltre che della verifica sulla precarietà strutturale degli immobili. Con attività di accertamento a compasso allargato sono state censite 271 immobili e accertate 160 occupazione a vario titolo. Su alcune occupazioni sono in corso procedimenti per l’adozione di sanzioni e verifiche sulle regolarità contributive dei proprietari. Infine, il progetto ha abbracciato un’ampia attività di contrasto e osservazione all’abbandono di rifiuti con l’installazione di 8 foto trappole.

Durante l’intero anno 2018 la specialistica polizia stradale ha garantito la sicurezza stradale nelle grandi manifestazioni (si pensi su tutte alla Processione della Desolata, alla Gara ciclistica di San Sabino, al Presepe Vivente ecc.). Grazie alla professionalità di questi agenti sono stati assicurati 85 posti di controllo con 756 veicoli fermati; a questi si aggiungono i 36 posti di controllo con dispositivi tecnologici con 3680 veicoli controllati. Particolare attenzione è stata posta sulla S.P. 2 dove è stato avviato, dal 25 maggio 2018, un’attività coordinata con Prefettura e Polizia stradale per il controllo della velocità. Sono stati 61 i controlli effettuati con 468 contestazioni.

Alla specialistica Polizia Amministrativa va il merito di aver effettuato in materia commerciale e annonaria 879 controlli ed elevato n. 27 sanzioni a vario titolo. Si tratteggiano le attività del nucleo annona e commercio: n. 59 controlli relativi ad attività di pubblici esercizi per la somministrazione; n. 279 controlli relativi ad attività commerciali su aree pubbliche; n. 398 controlli relativi ad attività commerciali su aree private; n. 38 controlli relativi ad attività artigianali; n. 74 controlli che si riferiscono a Regolamenti Comunali e n. 31 controlli d’ufficio.

La specialistica annona ha presidiato per 45 volte il mercato settimanale. Il nucleo polizia ambientale ha compiuto n. 95 controlli igienico sanitari; ha accertato n 5 siti in cui è depositato amianto e rifiuti pericolosi; n. 21 diffide relativi a problemi igienico sanitari; n. 8 ispezione in aree sottoposto a misure ordinatorie; n. 2 verbali di componimento bonari ex art. 1 TULPS. Ed ancora, in ambito giudiziario: n. 3 informative all’autorità giudiziaria; n. 5 attività di indagine delegate dall’Autorità giudiziaria; n. 2 scocche di auto rubate rinvenute; n. 12 accertamenti di identificazione dei proprietari di immobili in condizioni igieniche precarie. Continuando, particolare attenzione è stata posta anche agli animali d’affezione con n. 8 sopralluoghi e verifiche su istanza di cittadini; n. 4 comunicazioni/segnalazioni all’ASL relative ad unità canine non iscritte all’anagrafe canina; n. 10 verbali di consegna per animale infortunato; n. 2 verbali di componimento bonario ex art. 1 TULPS; n. 4 verbali di diffida. Infine, si riportano le attività di monitoraggio ambientale eseguite con 21 attività ispettive relative a pozzetti e impianti di depurazione per il controllo delle acque reflue degli scarichi industriali,n 52 installazioni foto trappole con 440 ore di filmati accertati e un totale di 31 sanzione elevate a vario titolo.

Il nucleo polizia edilizia ha fatto sentire la sua presenza con 15 notizie di reato e 2 attività di polizia giudiziaria delegate dall’Autorità Giudiziaria. Sono stati 30 i sopralluoghi effettuati e 90 le notifiche. I pareri espressi ammontano a 19. Le persone deferite all’Autorità giudiziaria sono 35 mentre 40 sono le persone ascoltate a informazioni testimoniali. Le sanzioni elevate a vario titolo sono 7.

Il Servizio Notifiche e informazioni ha notificato una mole rilevante di atti pari a 5463. L’Ufficio Segreteria ha gestito n. 4646 atti e rilasciato 242 autorizzazioni. L’ufficio contravvenzione ha registrato n. 4830 sanzioni al Codice della Strada di cui 3226 conciliate. Sono stati decurtati 351 punti patente. Sono 6 le segnalazioni per sospensione patente. I ricorsi trattati innanzi al Prefetto sono 21 mentre sono 7 ricorsi trattati nelle 20 udienze innanzi al Giudice di Pace.

Annunci

CANOSA. “UNA VOLTA SAN SEBASTIANO SI CELEBRAVA COSÌ” di Fedele Lovino.

L’ATTIVITÀ DELLA POLIZIA LOCALE DI CANOSA DOCUMENTATA E RACCONTATA DALLE IMMAGINI (2007 – 2008) sulla nostra pagina facebook:

https://www.facebook.com/pg/claudiavitraninews/photos/?tab=album&album_id=1179665325529633

png sebastian.007Quando sono stato assessore (dal 2002 al 2007) e successivamente consigliere delegato alla Polizia Municipale (dal 2007 al 2010), ho sempre desiderato che in occasione di San Sebastiano, si celebrasse la Santa Messa, alla presenza delle altre forze dell’ordine, delle associazioni di volontariato e dei cittadini.” racconta Fedele Lovino.Mi dispiace che negli anni questo momento di comunione tra le istituzioni, le associazioni e la cittadinanza stia venendo meno. In quegli anni – continua Lovino – come amministratore, mi sono sforzato grazie alla collaborazione degli uomini della Polizia Locale di raccontare il loro lavoro documentandolo con immagini e non con semplici parole come sta accadendo da tempo. Celebrare San Sebastiano, é occasione di comunione e di riflessione sull’operato della Polizia Locale, istituzione che garantisce sicurezza e legalità per tutti noi.” “Pertanto – conclude l’ex assessore Lovino – formulo gli auguri alla Polizia Locale di Canosa, auspicando che si torni ad investire in uomini e mezzi per continuare a garantire una città vivibile e sicura. Spero che queste foto possano servire al Sindaco del cambiamento per invertire la strada intrapresa che vede la Polizia Locale non essere priorità per la sua amministrazione.”.

Canosa. Il consigliere Enzo Princigalli porge i suoi auguri alla Polizia Locale.

princigalli copiaAlla Polizia Locale di Canosa giungono gli auguri del Consigliere Comunale Enzo Princigalli, ex Assessore alla Polizia Municipale, per i festeggiamenti del Santo Patrono Sebastiano.

Da sempre attento – scrive il consigliere Princigalli –  alle istanze della Polizia Locale e attivo nella difesa della Dignità, del Prestigio e dell’Autorevolezza del Corpo non posso che porgere i miei più sentiti auguri al Comandante Francesco Capogna e agli agenti del Comando con l’auspicio che San Sebastiano rafforzi in loro l’impegno, la coesione e lo spirito di servizio.”.

La Polizia Locale celebra il Santo Patrono. Gli auguri di Francesco Ventola, consigliere comunale e regionale.

ventolaIn occasione del festeggiamento di San Sebastiano, il consigliere comunale e regionale Francesco Ventola, già sindaco di Canosa nonché ex Presidente della Provincia Barletta Andria Trani formula i migliori auguri a tutti i Corpi di Polizia Locale del territorio e, in particolare, alla Polizia Locale della propria città, Canosa di Puglia.

Con rammarico scrive: “Fa specie che nelle altre città del nostro territorio questa giornata è vissuta come un momento di festa ma anche come un ringraziamento al Corpo della Polizia Municipale divenendo, altresì,  occasione per rendicontare il lavoro che è stato svolto nell’annualità precedente. E, invece, nella mia città sembra che non interessi  a nessuno.

L’amministrazione guidata dai 5 stelle, che in campagna elettorale poneva nella sua centralità la sicurezza e, dunque, il rispetto della Divisa e del Corpo, nella prima occasione e per il secondo anno consecutivo non ha organizzato un bel nulla.”.

La mancanza da parte degli amministratori – continua il consigliere Ventola – risulta essere un brutto segnale e come se si desse il là a singoli cittadini a non aver rispetto verso chi quotidianamente opera per assicurare legalità e tranquillità. Dobbiamo abituarci al cambiamento e ahimè anche questo è un cambiamento!”.

“Desidero  – conclude Francesco Ventola – far sentire la mia vicinanza istituzionale e personale ad un Corpo che, invece, merita la giusta e dovuta considerazione. I miei sentiti auguri giungano al dott. Francesco Capogna, Comandante facente funzione e a tutti gli agenti del Comando della Polizia Locale di Canosa.”.

La Preghiera del Vigile Urbano, dedicata a tutti gli agenti del nostro territorio.

san sebastianoSignore Iddio tu che vigili nel corso dei secoli ed ogni cosa disponi con sobrietà e con fermezza nell’ordine della tua provvidenza veglia su di noi Votati al servizio dei nostri fratelli.
Tu ci donasti nella vita terrena l’esempio luminoso di fedele obbedienza alle leggi di Cesare, di amorosa sollecitudine verso chi è debole, di infinito amore verso chi erra , di umile e faticosa operosità nel quotidiano lavoro.

Dio fatto uomo, rendici degni di te, affinché la nostra giornata terrena sia degna anch’e ssa della missione a noi confidata.
Concedici per intercessione di Maria, Madre Immacolata, di essere pronti a soccorrere chi ha bisogno di noi, esatti nel dovere, amanti della legge, fraterni con chi sbaglia, forti nelle intemperie, decisi contro chi offende la morale, la religione, la legge.

Così, aiutando gli uomini nella loro quotidiana fatica saremo suscitatori di concordia e di pace nella turbinosa vita che corre nel mondo e porteremo in esso l’eco gioiosa dell’armonia dei cieli“.

FESTA DI SAN SEBASTIANO, PATRONO DELLA POLIZIA LOCALE. CELEBRAZIONI AD ANDRIA, BARLETTA E TRANI.

polizia localeOggi ricorre la festa di San Sebastiano, patrono della Polizia Locale. Tra i comuni della nostra provincia, Andria, Barletta e Trani hanno già celebrato questo evento, stamattina,  attraverso le Sante Messe officiate dal Vescovo Luigi Mansi (ad Andria), da don Mauro Dibenedetto (a Barletta) e da Don Pasquale Quercia (a Trani) e che hanno visto la presenza dei sindaci, rispettivamente, Nicola Giorgino, Cosimo Cannito e Amedeo Bottaro.

Occasione questa, per i primi cittadini, di tracciare il bilancio del lavoro svolto dalla Polizia Locale ma anche di rivolgere l’appello ai cittadini affinchè rispettino le regole garantendo così “più sicurezza e tranquillità nelle nostre città”.

Ad Andria, nell’intervento del sindaco Nicola Giorgino, subito dopo la “Preghiera del Vigile” letta dal Maresciallo ordinario, Sandro Sellitri, il commovente ricordo dell’agente Natalia Sinisi scomparsa a soli 42 anni a causa di una grave malattia e poi l’abbraccio al sottufficiale Mauro Moschettaferito dopo essere stato investito mentre effettuava rilievi di un incidente stradale.

A Barletta, il sindaco Cannito e il comandante dei vigili Savino Filannino, hanno consegnato alcuni riconoscimenti ad encomio di altrettanti agenti di Polizia municipale. Subito dopo i presenti, fra i quali anche il senatore Dario Damiani e altre autorità civili e militari, hanno raggiunto piazza Caduti per la deposizione di corone d’alloro al monumento in onore dei Caduti di tutte le guerre.

A Trani, invece, il sindaco Amedeo Bottaro ha sottolineato la necessità di “restituire dignità al corpo di polizia municipale”. “Gli agenti – ha annunciato – riceveranno le indennità non riscosse negli anni passati ed è stato istituito un fondo per il 2018. Ma avranno anche il nuovo vestiario”.

Il comandante Leonardo Cuocci  ha parlato della “collaborazione stretta e sincera” con le varie forze dell’ordine operativi sul territorio. Particolari ringraziamenti sono giunti agli operatori intervenuti in occasione dell’emergenza neve e dei due agenti Fontana e Montaruli che hanno salvato una donna dal suicidio sulla strada statale 16 bis. A tal proposito il primo cittadino ha annunciato che per loro ci sarà, presto, un encomio.

Alle cerimonie dedicate alla Polizia Locale hanno partecipato la Polizia di Stato,  l’Arma dei Carabinieri e la Guardia di Finanza.

Il PD di Canosa al voto, Zingaretti primo.

pdSi è tenuta ieri, presso la locale sede del Partito Democratico, la convenzione cittadina che anticipa l’elezione del prossimo Segretario Nazionale. L’incontro, molto partecipato, è stato un momento intenso e costruttivo di discussione e confronto democratico tra gli iscritti.
Dopo la presentazione e la lettura delle mozioni dei candidati alla Segreteria, lungo il corso del pomeriggio, i lavori sono proseguiti con le operazioni di voto che hanno restituito il seguente risultato: Zingaretti 79% con la percentuale più alta in tutta la BAT, Boccia 15%, Martina 5%, Giachetti 1%, Corallo 0%, Saladino 0%.
Questo risultato vede l’elezione di A. Imbrici, M. Saracino, G. Capozzi, N. Lomuscio, L. Matera, M. Cappelletti, come Delegati Provinciali per la mozione Zingaretti e D. Greco, F. Limongelli per la mozione Boccia.
Questa è l’ennesima lampante dimostrazione della bontà delle pratiche democratiche e dello stato di salute del nostro Partito. L’augurio di tutto il circolo è che questo appuntamento possa essere un primo grande passo per una rinnovata unità del Partito Democratico ed un nuovo entusiasmo per il prosieguo dell’attività politica” ha dichiarato il Segretario cittadino Nicola D’Ariano.

Notte fonda per l’Apulia Food Canosa. Il Lausdomini vince 4-7.

Sarebbe dovuta essere la gara del riscatto per gli uomini di mister D’Ambrosio ed invece dopo il passo falso di Capurso, arriva la seconda sconfitta consecutiva per 4-7 contro i campani del Lausdomini. Brutta prestazione dei rossoblù, che per quanto abbiano concluso il primo tempo sotto nel punteggio, è stata proprio durante la prima frazione che hanno mostrato il loro lato migliore, a differenza di un secondo tempo che ha visto tanti errori, poca grinta e poca concentrazione. Il Lasudomini a dir la verità non entusiasma ma sfrutta tutti gli errori difensivi e sotto porta è spietata nel castigare il portiere di casa Morais. Una partita regalata agli avversari che rappresentava uno spartiacque di una stagione che ora si complica perché guardare avanti in ottica play off non avrebbe senso se si considerano le ultime prestazioni. Piedi per terra e pedalare perché ora sembra come se tutti i buoni propositi si siano di colpo smaterializzati lasciando spazio a tanta incertezza. Insomma, la squadra potrebbe ma allo stato attuale dei fatti non può. Il quintetto di mister D’Ambrosio è composto da Morais, Angiulli, Gomez, Paulinho e Patruno. Risponde mister Oranges con Ranieri, Rocha, Teruya, Volonnino e Zamboni. L’inizio di gara è tutto di marca ospite con i canosini che fanno fatica a prendere le contromisure e che vanno sotto dopo quattro minuti dall’inizio del match con Volonnino che serve Teruya che indisturbato sul secondo palo fa 0-1. I padroni di casa cercano di reagire con Paulinho e Gomez ma i loro tiri terminano di poco fuori. Mister D’Ambrosio rischia l’acciaccato Gui che appena entra serve un’ottima palla a Gomez che si destreggia in area e porta il risultato sull’1-1. A metà frazione grave errore della retroguardia canosina che viene prontamente sfruttato dai campani che si portano sull’1-2 con Teruya, prima che a cinque minuti dal termine lo stesso da posizione defilata non insacchi per l’1-3. A due minuti dalla fine arriva la rete di Gui che accorcia le distanze su un’ottima sponda di Carlos Alberto per il 2-3 mentre a pochi secondi dal termine della prima frazione, Paulinho si vede parato un tiro libero che avrebbe portato alla parità. Terminata la prima frazione in svantaggio, la ripresa si apre con la quarta marcatura di giornata di Teruya che servito da Zamboni porta il risultato sul 2-4. I canosini cercano di reagire ma sembrano a tratti privi di idee e soprattutto di concentrazione se si considerano tutti gli errori sia in fase di costruzione e sia in fase difensiva e offensiva. Ci pensa però capitan Patruno a dare una speranza ai suoi con una grande girata in area di rigore che vale il 3-4. L’Apulia Food Canosa galvanizzata dalla rete si spinge in attacco e trova addirittura la rete del pareggio con Gomez che fa esplodere il pubblico di casa per il 4-4. Fino qui potremmo dire che potrebbe andare seppur gli errori siano stati già numerosi, ma il finale di gara è tutt’altro che da guardare perché i rossoblù riescono a gettare al vento tutti gli sforzi fatti per tornare in parità e la rete del 4-5 arriva su un’altra disattenzione difensiva e porta la firma di Volonnino. I campani si salvano per ben due volte sulla linea e mister D’Ambrosio si gioca la carta del quinto di movimento che però non porta i frutti desiderati. Nel finale, arrivano prima il 4-6 su e poi il 4-7 sempre a firma di Zamboni che realizza così a porta vuota la sua doppietta personale. Termina così una partita che si sarebbe dovuta direzionare su altri binari e che dovrà necessariamente far riflettere tutto l’ambiente, per cercare di comprendere cosa manchi e quali siano gli errori. La prima pausa del nuovo anno arriva forse nel momento migliore e alla ripresa del campionato servirà ben altro perché più che guardare avanti, è necessario guardarsi anche le spalle e interrogarsi sui vari perché. Ai posteri l’ardua sentenza…

Asd Futsal Canosa- Sabino Del Latte

news&eventi